News

 Nazionali-Regionali

Per quanto riguarda l'obbligo del green pass per gli atleti che parteciperanno a manifestazioni amatoriali ancora niente di certo, o chiaramente esplicitato, ma nulla viene escluso. 

Cresce l'attesa per la Coppa Italia Libertas

                             PREMIAZIONE PRIMA TAPPA CAMPIONATO REGIONALE LOMBARDIA

Libertas Cup 2021. By Decepticon:  1° Classificati:  RED PHOENIX CORPORATION

Comunicato congiunto Eps: Stop ai furbetti

Nel leggere ed apprendere quanto ieri pubblicato dai nostri colleghi, li ringraziamo per avere ripreso i temi da sempre condivisi. Comprendiamo anche la premura, probabilmente dovuta al momento particolare che stiamo vivendo, nel volerli esprimere senza avere consultato la totalità degli Enti. Ci sentiamo, nonostante tutto, di voler sottoscrivere la ferma condanna nei confronti di taluni atteggiamenti, certi che gli argomenti affrontati riguardino tutti, e di riaffermare il bisogno di costruire un nuovo percorso per la promozione sportiva.
A tal fine riportiamo di seguito il testo integrale del comunicato di ieri.

Premesso che:
- l'ordinamento sportivo ha vissuto nell'ultimo triennio profondi cambiamenti;
- le modifiche introdotte dalle nuove normative necessitano di ulteriori correttivi soprattutto in ordine al ruolo, alla dignità e alla rappresentatività della promozione sportiva;
- la vigente configurazione del sistema sportivo vede la posizione della promozione sportiva tuttora subalterna allo sport di prestazione.

Considerato che:
la mancanza di univocità delle modalità di svolgimento delle attività di promozione sportiva da parte delle diverse sigle che operano in tale contesto ha da sempre generato un elevato il tasso di conflittualità, a discapito della crescita del movimento sportivo in generale e lo sviluppo armonico della promozione stessa in particolare;
- sovente alcuni soggetti della promozione sportiva agiscono nel quadro di mere finalità commerciali, in un regime di totale vuoto normativo, divenendo organismi atti a fornire copertura assicurativa e fiscale a operatori palesemente commerciali. Tale pratica arreca confusione e danno all'intero mondo della promozione sportiva in particolare e del sistema sportivo in generale;
- alcuni Enti di Promozione, in particolare, proliferano o addirittura sopravvivono unicamente attraverso la pratica di accordi con organizzazioni di secondo livello, organismi autonomi riconosciuti attraverso di essi, allo scopo di incrementare il finanziamento pubblico o pervenire al mantenimento dei requisiti necessari per il riconoscimento della qualifica di EPS;
- taluni EPS hanno la consuetudine di "gonfiare" artificiosamente la propria consistenza, allo scopo di distogliere crescenti quote di finanziamenti pubblici, effettuando una affiliazione "pluriennale" (esplicitamente declinata come tale), con rinnovo "automatico" della stessa alla scadenza senza l'espressa volontà da parte del legale rappresentante ed attribuendo ad esse la fittizia partecipazione ad eventi sportivi/didattici, ciò in palese violazione all'art. 2 comma 3 del "Regolamento di funzionamento del Registro Nazionale delle ASD/SSD", che fissa la durata massima in 12 mesi e impone l'espressa volontà di rinnovo.

Tutto ciò premesso, si reputa indispensabile assumere un forte e preciso impegno per gli Enti di Promozione che andranno a rappresentare le istanze in premessa all'interno del Consiglio Nazionale Coni, del coordinamento degli EPS e di ogni altro organismo del quale andranno a far parte.
I sottoscritti Enti, anche attraverso i propri eletti in Consiglio Nazionale Coni e/o quelli sostenuti, si impegnano a creare le condizioni strategiche, politiche e normative per la nascita di un nuovo panorama normativo e sistemico della promozione sportiva, che possa eliminare le descritte incongruità del sistema e valorizzare all'interno della società italiana il ruolo determinante e benefico dello Sport di base, attraverso i suoi principali protagonisti: le associazioni e le società sportive affiliate.

Oltre al problema contingente della ripresa delle attività sportive occorre tutelare le ASD attraverso un percorso urgente di accompagnamento di ampio respiro per garantire una vera ripartenza.

A tal fine, anche per rimuovere le sperequazioni e le asimmetrie con lo sport di prestazione, si rende necessario un salto di livello per il mondo della Promozione sportiva, che non può più patire, al proprio interno, conflittualità strumentali e sconvenienti, a maggior ragione se a vantaggio di operatori poco rappresentativi della qualità e della tradizione dello sport di base del nostro Paese.

Stop allenamenti in zone rosse, comunicato congiunto degli Eps

Roma, 7 marzo 2021

Chi non rispetta il protocollo?

La scelta di sospendere nelle zone rosse gli allenamenti degli atleti degli Enti di promozione sportiva, è l'ennesima disparità di trattamento che si trova costretto a subire il mondo dello sport di base.

Un provvedimento inserito nelle FAQ del Dipartimento Sport nonostante non trovi alcun riscontro nel Dpcm in vigore da oggi.
Purtroppo non è il primo episodio, anzi: da quando è iniziata la pandemia gli Enti di promozione sportiva hanno più volte denunciato i contenuti di misure a due marce, come se il virus potesse aggirarsi solo nelle palestre di ASD e SSD affiliate agli Enti di Promozione, e non invece all'interno di strutture di altri organismi sportivi.

Lo ribadiamo oggi ancora più forti e uniti, attraverso il Coordinamento degli EPS presso il Coni: non è una diversa tessera che può fare la differenza! Il virus non distingue colori, né simboli! Quando decide di contagiare, lo fa ovunque e con chiunque. Dall'impianto di quartiere ai ritiri della Serie A!
Non abbiamo niente in contrario con la ripartenza dello sport professionistico.

Non si inneschi stavolta una guerra a chi tira giù l'altro: vogliamo solo parità di trattamento tra tutti gli Organismi Sportivi. Il discrimine deve essere la sicurezza e il rispetto dei protocolli, sicurezza e rispetto di protocolli che gli Enti di Promozione Sportiva hanno concordato con il Governo e imposto, non senza sacrifici di risorse e personale, alle loro Società.
Chiediamo che nessuno possa essere lasciato indietro, che si ripensi alla scelta di considerare una tessera federale immune dal virus e quella di un Ente soggetta invece a contagio. Con questo provvedimento, invece, il messaggio che passa continua ad essere quello di due pesi, due misure!

Sì, perché è arrivato il momento di denunciare anche questo: le nostre ASD e SSD in un anno di pandemia non hanno perso soltanto soldi e lavoro, ma anche migliaia di tesserati che - tra il restare fermi e il poter fare sport - hanno preferito tesserarsi con altri organismi ai quali invece era consentita ancora la pratica sportiva. Vogliamo ancora pensare che dietro tali scelte del Dipartimento non esista un pregiudizio nei confronti degli affiliati agli Enti, ma l'effetto che genera è un diritto violato e una evidente discriminazione. Specie se si tiene in considerazione l'enorme sforzo e il grande senso di responsabilità che le nostre Società hanno dimostrato fin qui.

Siamo già rimasti feriti per lo stop forzato alle nostre piscine e palestre lo scorso ottobre, soprattutto perché ci era stato chiesto di adeguarci e noi lo avevamo fatto, salvo poi tornare indietro e dirci che dovevamo comunque chiudere.
Spiace ricordare, inoltre, che un anno di pandemia ha portato già migliaia di realtà associative allo stremo, e tante hanno dovuto già chiudere i battenti con un evidente danno per i territori. La maggior parte di quelle che ancora resistono, lo fanno a fronte di aiuti dello Stato che non sono mai arrivati, o se sono arrivati erano comunque di gran lunga inferiori alle necessità: tamponare le ingenti perdite dovute alle chiusure, spese impreviste per adeguare le strutture con sanificazioni e rispetto dei protocolli. Chi non ha rispettato il protocollo non siamo noi, ma è chi si è preso il diritto di approntare scelte inique come l'ultima contenuta nelle FAQ del Dipartimento Sport. Un provvedimento che offende i nostri valori, la nostra valenza nel tessuto sociale italiano e la nostra serietà!

Noi i nostri protocolli li abbiamo sempre rispettati alla lettera, ma c'è un altro protocollo che ancora una volta qualcuno non onora: il protocollo dell'uguaglianza, del diritto di tutti e per tutti, e soprattutto quello della serietà e della parola data.
Che in Italia, ci spiace constatarlo, continua a non avere grande valore.

Antonino Viti - ACSI
Bruno Molea - AICS
Luca Stevanato - ASC Nazionale
Claudio Barbaro - ASI Nazionale
Luigi Fortuna - Csain
Francesco Proietti - Csen Nazionale
Vittorio Bosio - Centro Sportivo Italiano
Luigi Musacchia - Centro Nazionale Sportivo Libertas
Antonio Dima - CUSI: Centro Universitario Sportivo Italiano
Paolo Serapiglia - Endas Nazionale
Gran Francesco Lupattelli - MSP Italia
Marco Perissa - Opes Italia
Ciro Bisogno - Pgs Italia
Vincenzo Manco - Uisp Nazionale
Damiano Lembo - USAcli Italia

Stella d'argento al merito sportivo per il Presidente provinciale Luciano Cremonesi

Posted on 2 dicembre 2020 

Una importante onorificenza a Luciano Cremonesi, Presidente del Centro provinciale Libertas Pavia, per gli anni dedicati con impegno alla passione sportiva, coniungando istanze sociali e presenza sul territorio per uno sport inclusivo. E proprio per riconoscere il grande lavoro portato avanti con passione e serietà che il Coni ha conferito a Cremonesi la prestigiosa Stella d'argento al merito sportivo.

Un riconoscimento che segna sempre una tappa piena di significato per chiunque creda nelllo sport sociale come tassello fondamentale nella costruzione di una società più consapevole e complessa, capace di ricomprendere differenze e difficoltà per intervenire in termini di equità e pari opportunità.

Il presidente Luciano Cremonesi premiato con il Serto Libertas al Merito Sportivo

Posted on 28 settembre 2020

In occasione del Consiglio Nazionale Libertas che si è svolto il 26 settembre 2020 a Montesilvano (PE), e nell'ambito dell'Assemblea Nazionale Elettiva, il Presidente Nazionale Prof. Luigi Musacchia ha consegnato al Presidente provinciale Luciano Cremonesi il SERTO LIBERTAS AL MERITO SPORTIVO con motivazione: "per meriti eccezionali".

Il Softair club Legione Phoenix Ospedaletti capitanato dall'inossidabile Tiziana Alborno ora ha anche il suo team femminile composto da ben sei ragazze.

"Oggi si é svolta - si legge nel comunicato -, con la partecipazione degli iscritti al club, una prova test 'torneo', pianificata da Hartmann, che ha sacrificato ore di libertà per organizzare tutto e la giornata di gioco per dedicarsi all'arbitraggio dove le 'Iron Ladies' hanno dimostrato di non aver nulla da invidiare ai maschietti del club. Un ringraziamento particolare va a lui e alla sua voglia di fare e determinazione nel creare, inventare e far divertire.
Il club conta, ben sette arbitri 'Certificati Libertas Softair Nazionale'.

OSPEDALETTI:CORSO DI FORMAZIONE ARBITRALE
OSPEDALETTI:CORSO DI FORMAZIONE ARBITRALE
concluso l'ultimo corso di formazione arbitri Softair Libertas.  Località Abbiategrasso
concluso l'ultimo corso di formazione arbitri Softair Libertas. Località Abbiategrasso
Corso base radio e comunicazioni, organizzato dall'associazione sportiva Catena Softair
Corso base radio e comunicazioni, organizzato dall'associazione sportiva Catena Softair
Concluso il corso Combat Medic organizzato dalla ASD,Softair Catena.
Concluso il corso Combat Medic organizzato dalla ASD,Softair Catena.

Sport Awards Softair Annuale 22/02/2020

lL consigliere Nazionale Libertas Luciano Cremonesi, premia Atleti e arbitri.  

Corso Formazione Arbitri  

Belpasso (CT)

La Sezione di Belpasso
La Sezione di Belpasso
consegna attestato partecipazione
consegna attestato partecipazione
con l'assessore agli eventi
con l'assessore agli eventi

"Le buone pratiche" gestione di una ASD.

SI RINGRAZIA IL COMUNE DI BELPASSO,ASSESSORI E L' ASSOCIAZIONE SPORTIVA  SPARTANI.

Finale Libertas Cup Regione Lazio

Campioni Libertas Cup Lazio: L'associazione Sportiva Centurio  

CAMPIONI D'ITALI 2020. L'associazione sportiva Arditi Cassino 

Campioni D'Italia Softair Libertas 2020
Campioni D'Italia Softair Libertas 2020

Finale 2020 Coppa Italia conclusa. Hanno vinto gli Arditi Cassino, secondi i Jackals Tivoli ,onore alle due squadre Lombarde con un terzo posto delle Volpi, e il quinto degli Stars. si ringrazia Libertas Roma e le ASD che hanno partecipato alla difesa, un grazie va alle sezioni Arbitrali di Pavia e Roma . 

Caccia alla volpe 2020:Operazione L'anno maledetto

L'associazione sportiva dilettantistica  le volpi del deserto Come di consueto ha organizzato il suo evento sportivo di 15 ore nel fine settimana tra il 16 e il 17 ottobre 2020. 

Vi ha partecipato una trentina di squadre in una missione a navigazione libera con scenari che spaziano dalla seconda guerra mondiale sino ai giorni nostri.

L'evento è stato disputato su un campo che toccava 5 comuni compresa la missione di intelligence avvenuta in paese il sabato pomeriggio con recupero informazione e materiale  da utilizzare per la notturna.

Si ringraziano queste  attività commerciali: La pasticceria La Canonica, il colorificio, la gastronomia Antica Canonica, La Farmacia Grosa, Il Bar Primavera di Brezzo di Bedero che hanno partecipato alla missione in Paese.

  FINALE DI COPPA Italia 21/10/2018

organizzata dall'asd Silver Wolf, che ringraziamo enormemente per la collaborazione ed organizzazione e che dire che FINALE!!4 squadre ASD TEAM GHOST- ASD JACKALS Roma- ASD STARS- ICE WARRIOR TEAM.I Team di difesa. Decima Cobra, Calico Jack, Delta Fox Contractor. La gara è stata piena di emozioni Con tanta voglia di vincere ma soprattutto con il grande rispetto tra le squadre. Non ci sono parole per descrivere questo grande evento. Una gara piena di lealtà, rispetto e tanti tanti Pallini.... Che hanno portato alla vittoria dell'asd STARS DI COSTAMASNAGA Congratulazioni!!!ma i complimenti vanno anche alle altre tre squadre che con grande determinazione sono arrivate alla Finale.


Il 20 maggio 2018 si è concluso in località Limbiate (MB) il Corso di Medicina Tattica in ambiente ostile

 iniziativa organizzata e condotta dal gruppo nazionale SoftAIR Libertas, in collaborazione con il centro provinciale Libertas Pavia. Oltre 30 operatori hanno preso parte al corso tenuto da un maresciallo capo della Croce Rossa Militare in congedo. Hanno partecipato le seguenti 4 associazioni sportive dilettantistiche: Ghost Team, Decima Cobra, Jackals e Mighty Hogs.

Finale Coppa Italia 

Si è conclusa con grande successo la Coppa Italia di Softair 2017 Ad aggiudicarsi il titolo è stato il team dei Jackals Group Lombardia, sezione decima Cobra.
Si è conclusa con grande successo la Coppa Italia di Softair 2017 Ad aggiudicarsi il titolo è stato il team dei Jackals Group Lombardia, sezione decima Cobra.

evento targato Libertas la cui finale ha avuto luogo il 14/15 ottobre presso il Centro Sportivo La Torretta, località Borgo Priolo (PV).
60 atleti, 6 arbitri e 9 intense ore di gara, di cui 4 in notturna. Questi i numeri di una manifestazione che ha visto la preziosa collaborazione del Ghost Team di Pavia.

LA LUNGA LINEA ROSSA. GARA SNIPER FINALE

Gli Edelweiss in trasferta all'Airsoft Park vicino a Innsbruck.
Gli Edelweiss in trasferta all'Airsoft Park vicino a Innsbruck.
Gara Annuale By Jackals Group
Gara Annuale By Jackals Group

PRIMO INCURSORI, VINCITORI DELLA TERZA TAPPA DEL TORNEO CRISTO REDENTOR Domenica 26 Febbraio si è svolta la terza e ultima tappa del torneo Federale Operazione O Cristo Redentor PARTE 3 : The Favela's Riot organizzata dal Gruppo Nazionale Soft-Air Libertas in collaborazione con i JTF Joint Task Force.Un evento organizzato in una location completamente urbana allestita magnificamente. La squadra ha presentato il già rodato team composto dai seguenti atleti: Caposquadra Luca Lulù Pesenti Fabio Kickback Bonomi Alex Memory Pasqualato Il terzetto si è presentato con alle spalle già due tappe concluse al primo posto, decisi a mantenere il loro primato. Un torneo davvero bilanciato dove molte squadre si sono date battaglia per l'ambito trofeo. I nostri operatori, anche questa volta, sono riusciti ad imporsi sui 10 team partecipanti vincendo anche questa edizione! Un doveroso ringraziamento va a Benny Di Marco e a tutto il suo staff che con impegno e passione stanno presentando eventi di rilievo a cui la nostra squadra partecipa sempre con interesse. Ora i Primo Incursori Bergamo Soft Air Club si stanno preparando alla prossima competizione: Il Campionato Regionale Lombardia che si svolgerà in 6 tappe.

Crucesignatorum Softair Team

LA LOMBARDIA E' CROCIATA!!!! L'ASD Crucesignatorum conquista il podio come primo classificato nel campionato della Coppa Lombardia Libertas, aggiudicandosi il posto nella Coppa Nazionale! 

E con Domenica scorsa si è conclusa l'ultima tappa del campionato Libertas 2017, classificandoci secondi a livello nazionale e primi in quello regionale.
L'impegno più grande di quest'anno se n'è andato (dallo scorso aprile si sono disputate 6 tappe)... ma, come nostro solito, non ci si ferma quì: Domenica 22 saremo impegnati per una Milsim 24h in quel di Modena, evento nel quale tattica, organizzazione, intesa, resistenza fisica e nervi saldi saranno alla base della giocata!
Pronti al tutto! 

Palladio: Pallino Ufficiale softair Libertas.

premiata come pallino ufficiale per le gare Softair Libertas, L'amministratore delegato Katia Pennacchio 


BAT 21-ANNO 2017
BAT 21-ANNO 2017

Reggio Emilia Finale Bat 21  


 SOFT AIR. IL TEAM PRIMO INCURSORI BERGAMO PREMIATO A LIVELLO NAZIONALE. BONOMI E VALSECCHI IN PRIMA LINEA.



 10/12/2016 Monza - Venerdì sera alle ore 20:30, presso teatro Binario 7 di Monza si è svolta la prima "Libertas Softair Day" dove sono stati premiati 18 tra atleti e tecnici della stagione sportiva 2015/2016. Sono stati riassunti in breve gli obiettivi raggiunti durante l'anno ed presentato il programma sportivo e tecnico per il 2017.

Il Primo Incursori Bergamo è stato premiato come "Team of the Year", premiato da Benigno Di Marco Presidente Nazionale Libertas Dipartimento Softair, ha ritirato la coppa il Presidente Fabio Kickback Bonomi. Subito dopo l'operatore Ettore Buio Brignoli è stato premiato come "Miglior Atleta dell'anno" , che si è distinto durante la stagione, soprattutto al Torneo Federale Libertas "Bat-21″ seconda edizione a Giarola (RE) il 28-29 maggio scorso.

Grande emozione per tutti i partecipanti che sono intervenuti nella serata, è stata un'occasione di ritrovo per tutti gli associati. L'evento è finito con un light buffet offerto dalla Federazione.

Anche per il Primo Incursori Bergamo è tempo di tirare le somme di una stagione così soddisfacente.



Fiera Militalia Novegro: Il gruppo nazionale softair Libertas, ha raggiunto un accordo con una tra le più famose aziende produttrici di pallini biodegradabili, la Ecosphere Palladio. Quest'ultima sarà una degli sponsor ufficiali del gruppo nazionale softair Libertas. Un ringraziamento speciale va all'amministratore delegato della Ecosphere Palladio, la Signora Katia Pennacchio, al nostro responsabile nazionale Benigno Di Marco, supportato dal Presidente Luigi Musacchia e dal Consigliere e Presidente provinciale Liberas Pavia Luciano Cremonesi, i quali hanno reso possibile questa collaborazione, dove è stata premiata dal presidente Libertas con la moneta commemorativa in onore dei 70 anni della Libertas. È da specificare che tale società produce pallini biodegradabili rigorosamente MADE IN ITALY.