LIBERTAS 70 anni (1945-2015)” realizzate per EXPO Milano.

25.04.2015

Scoop mediatico del CNS Libertas mentre si avvia il countdown verso il traguardo storico dei 70 anni (1945 - 2015). La coniazione speciale per l'EXPO (pdf allegato) - che segue quella del "Governo italiano per lo sport" - promuoverà il brand Libertas sullo scenario internazionale. La sincronicità con il 25 aprile 2015 - 70° Anniversario della Liberazione - evoca la statura etica e politica dell'on. Alcide De Gasperi: fondatore lungimirante della Libertas, protagonista (quale Presidente del Consiglio dei Ministri dal 1945 al 1953) della rinascita italiana post-bellica, promotore dell'Unione Europea in sintonia con antesignani di alto profilo (Konrad Adenauer, Joseph Bech, Johan Willem Beyen, Winston Churchill, Walter Hallstein, Sicco Mansholt, Jean Monnet, Robert Schuman, Paul-Henri Spaak, Altiero Spinelli). 

.L'emissione speciale per il 70° Libertas - integrata nel progetto ufficiale dell'EXPO Milano 2015 - è stata realizzata dalla licenziataria esclusiva "Museo del Tempo" ed incisa dalla celebre artista Laura Cretara autrice della versione italiana dell'euro. L'altro lato delle emissioni EXPO è stato realizzato da Luc Luycx, coin designer del lato comune delle monete euro. La coniazione è inserita in un packaging personalizzato. In evidenza l'aforisma valoriale di Alcide De Gasperi e la dichiarazione celebrativa di Luigi Musacchia Presidente Nazionale della Libertas.Il cartiglio "Libertas 70 anni 1945 - 2015" enfatizza la centralità di una mission profondamente radicata nella storia sportiva, sociale e culturale del nostro Paese. 

Il DNA educativo e formativo della Libertas ha forgiato circa 600 campioni che hanno scritto pagine indelebili negli annali dello sport azzurro. In primo piano Sara Simeoni prestigiosa icona della Libertas il cui dovizioso palmarès è stato insignito recentemente del Premio Giulio Onesti 2014.Una più incisiva politica dell'immagine, una rinnovata interlocuzione con le istituzioni, un'apertura propositiva verso nuovi targets di riferimento costituiscono i prodromi del "new deal" Libertas. L'adesione all'ISCA (International Sport Culture Association) ed al Forum Nazionale Terzo Settore, il protocollo di intesa con il CNIFP (Comitato Nazionale Fair Play) del CONI, la mobilitazione per la campagna nazionale di farmacovigilanza "Giù le mani dai bambini", il dialogo diretto a Bruxelles con il CESE (Comitato Economico Sociale Europeo), lo scoop mediatico con l'EXPO ed altre progettualità "in fieri" ribadiscono il trend dinamico e movimentista della Libertas.